Menu

Tony Servillo, un grande attore napoletano

10/29/2015 - Spettacolo
Tony Servillo, un grande attore napoletano

Tony Servillo può essere considerato come uno degli attori più interessanti del panorama cinematografico e teatrale italiano. Nel corso degli ultimi anni, ha assunto una popolarità sempre crescente grazie ad alcuni titoli di grande successo, tra i quali non bisogna dimenticare La grande bellezza, che ha conquistato il Premio Oscar come miglior film straniero.

Gli inizi di una grande carriera

Nato ad Afragola e fratello della voce degli Avion Travel Peppe Servillo, Tony si è subito appassionato al mondo del teatro e ha iniziato collaborando con il regista Mario Martone. Fondano insieme la compagnia Teatri Uniti e partecipa ad una lunga serie di spettacoli.

Dirige alcuni titoli di successo come Il Misantropo, Il tartufo di Moliére e Sabato, domenica e lunedì, una rivisitazione molto applaudita della storica opera di Eduardo De Filippo. Buona parte della sua esistenza viene trascorsa a Caserta, anche se successivamente lavora a Roma.

La consacrazione cinematografica di Tony Servillo

L’inizio della vera consacrazione cinematografica di Tony Servillo coincide con l’incontro con Paolo Sorrentino, già regista ampiamente conosciuto. L’attore regista in L’uomo in più e Le conseguenze dell’amore, ottenendo ottimi risultati di pubblico un forte consenso da parte della critica. consacrazione cinematografica di Tony Servillo

Nel 2009, è il protagonista assoluto de Il divo, film nel quale interpreta il ruolo di Giulio Andreotti. Lavora per Claudio Cupellini nella pellicola Una vita tranquilla. Quindi viene diretto da Daniele Ciprì per È stato il figlio e Marco Bellocchio per Bella Addormentata. Il 2013 è il suo anno memorabile, iniziato con la partecipazione al film Viva la libertà.

La grande bellezza, un titolo da Oscar

Ma il culmine della brillante carriera di Tony Servillo è rappresentato da La grande bellezza, film diretto dall’amico Paolo Sorrentino. È in concorso al Festival di Cannes 2013, prima di conquistare una lunga sequenza di riconoscimento come Miglior Film Straniero: dal Golden Globe al BAFTA, passando ovviamente per il Premio Oscar.

Servillo interpreta Jep Gambardella, un giornalista di costume che viene immerso in una Roma totalmente diversa rispetto al passato. L’età classica si era contraddistinta per il prestigio e la potenza, mentre quella attuale si fa ricordare per una situazione intrisa di squallore e basata prettamente su una vita mondana sfrenata.

Jep diventa protagonista di tutti questi eccessi e non riesce più a produrre articoli e libri di successo. Incontra una serie di personaggi in crisi di identità e al termine del film ritrova la sua ispirazione dopo essersi recato presso l’Isola del Giglio. Il suo scopo finale era quello di effettuare un reportage sul naufragio di una nave della Costa Concordia.

Tutti i riconoscimenti ricevuti da Tony Servillo

Nella sua lunga carriera, Tony Servillo è riuscito a conquistare numerosi premi importanti. Tra questi, ben 6 David di Donatello, 7 Nastri d’Argento, 4 Globi d’Oro, 4 Ciak d’Oro, 2 successi agli European Film Awards, 2 Festival Internazionali del Film di Roma, 1 RiverRun International Film Festival, 1 Gransito Movie Award e 1 Festival du Cinéma Italien d’Ajaccio. A tutto questo, bisogna aggiungere il Premio Oscar per La grande bellezza e la cittadinanza onoraria di Napoli.

 

Rispondi